Decidere di trascorrere del tempo nelle nostre case vacanza, significa non solo trovare la perfezione del relax, immersi nella natura tipica delle nostre meravigliose Marche, ma anche entrare a far parte di un pezzo di storia.
La Tenuta del Viandante infatti, sorge all’interno della Contrada Taverna ed anzi, è nota proprio come Taverna alla popolazione del luogo.
Il toponimo ha origini antichissime e deriva dal latino Taberna, con il significato di osteria o, meglio ancora, luogo di sosta. Ecco allora che nell’etimologia del luogo è già insito il suo futuro, quello che oggi di nuovo si realizza grazie alle case vacanza della Tenuta del Viandante.
Nell’antica viabilità romana, dal tratto umbro della via Flaminia si distaccava un’altra via che, attraverso le valli del Musone e del Potenza, arrivava ad Ancona, le allora Septempeda, Trea e Auximum: Macerata, Treia e Osimo.
Dopo essere arrivati ad Appignano, dunque, i viandanti scendevano nella vallata del Fiumicello, dirigendosi verso Osimo. E qui, nel medio corso del fiume, sorgeva proprio la Contrada Taverna, dove gli storici immaginano ci fosse un luogo di sosta, un albergo, chiamato proprio Taberna.
Nella storia tutto si modifica e nulla resta mai lo stesso; così questo luogo è divenuto tante cose, perdendo via via la sua funzione di punto di ristoro per i viaggiatori, diventando possedimento di alcune famiglie storiche della nobiltà maceratese, quali i Filippucci-De Vico.
Oggi, diventando la Tenuta del Viandante, Taverna ritorna alla sua anima storica e più profonda, evolvendosi certo e diventando casa vacanza, agriturismo, luogo nel quale regalarsi un soggiorno di qualità.
Anche tu, come gli antichi viaggiatori, fatti guidare dalle stelle e raggiungi le nostre case vacanza, appoggiate sui dolci pendii delle colline marchigiane e protette da una quercia secolare che ti parlerà della vita, della natura, di gnomi e folletti di felicità che, nella fantasia, popolano il nostro bosco.